Rassegna Stampa

Visite: 90

La pandemia da Covi19 che da più di un anno condiziona le nostre vite ha determinati difficoltà anche nel mondo della scuola. Non ci riferiamo solo alle tanto discusse DAD e DID, ma allo svolgimento di alcune discipline, in particolare delle scienze motorie, che per ragioni comprensibili a tutti, è stata maggiormente vincolata dai protocolli covid.

 

La prof.ssa Simona Scalia, docente di scienze motorie presso l’Istituto Vittorini Gorgia di Lentini, racconta la sua esperienza di insegnamento sottolineando che:<< già negli ultimi vent’anni il rapporto fra adolescenti e attività sportive e ludiche ha subito dei cambiamenti, ma mai come in questo ultimo anno si è risentito negativamente delle difficoltà e delle limitazioni che la pandemia costringe a subire. 

 

La pandemia ha stravolto il modo di vivere delle ragazze e dei ragazzi, anche il modo di interagire nel mondo della scuola>>. Alla domanda su come il prof può operare per alleviare il disagio provocato dalle restrizioni imposte dalla pandemia, la prof. Scalia risponde:<<le limitazioni delle attività pratiche in scienze motorie hanno portato a rivoluzionare il modo di svolgere e partecipare alle lezioni, e allora insieme agli alunni abbiamo cercato spunti di dibattito, discussioni e riflessioni>> Dunque la regola principale è “non lasciarsi sopraffare dagli eventi e reagire”, questo principio conduce a elaborare nuove attività da realizzare in classe e nel rispetto delle norme di contrasto al contagio.

 

<<Quale modo migliore per farlo? – continua la professoressa – Abbiamo scelto di vedere alcuni film-documentari. Attraverso le storie e i loro personaggi abbiamo cominciato a chiacchierare. Molti studenti hanno scoperto di avere tanto in comune: incertezze, insicurezze e tanta voglia di ricominciare a vivere apprezzando la libertà che il virus ha negato>>.

 

Fare didattica con il cinema è una strategia per andare oltre i limiti della classe e aprire una finestra sul mondo. Il cinema, in questo caso, è stato uno strumento attraverso cui veicolare tra i giovani contenuti stimolanti, educativi, istruttivi e soprattutto coerenti con la funzione stessa della scuola: allargare gli orizzonti.

 

Entusiasta degli esiti dell’esperienza la prof.ssa Scalia propone di creare uno spazio, anche virtuale dedicato agli studenti, in cui poter condividere opinioni, emozioni, punti di vista. Il nostro Blog Parole PeNsate, accoglie e supporta la proposta.

 

Infine la prof.ssa Scalia, si rivolge direttamente agli studenti con queste parole:<<Desideriamo dare voce a voi studenti e vi invitiamo a condividere con noi le vostre emozioni attraverso la visione di alcuni film. Di seguito troverete i trailer dei film scelti dai vostri coetanei. I film selezionati fino ad oggi sono: “La partita perfetta”, “Feel the beat”, Let’s dance”, “Coach Carter”, “In due per la vittoria”, “The blind-side”, “Battle”, “Warrior”, “Fuga per la vittoria” e “Soul Surfer>>.

 

Nella categoria “spettacoli” del blog Saranno pubblicati periodicamente i trailer dei film cui seguiranno le riflessioni degli studenti in forma di commento.

Dunque a voi la parola!

Torna all'inizio del contenuto